Sito ufficiale della pittrice e storica d'arte Elisa Marianini

Vai ai contenuti

Menu principale:





Questo è il sito ufficiale della pittrice e storica d'arte

ELISA MARIANINI




DIPINTI IN STILE ANTICO

Le opere in stile antico sono eseguite con tecniche originali del Quattrocento che prevedono la preparazione in maniera artigianale della tela, dei colori, oltre ad un sapiente studio della composizione e dei vari stili artistici.
La preparazione dell’imprimitura, della tela, del telaio e dei colori cambiano a seconda del soggetto e dell’epoca del dipinto da riprodurre, il quale, spesso è frutto di una libera interpretazione ispirata a grandi artisti di tutti i periodi.



"Si dipinge col cerviello et non con le mani"

Michelangelo Buonarroti


Per gli amanti dell'arte in genere vi invito a visitare il mio Blog: http://elisamarianini.wordpress.com/
dove troverete anche le spiegazioni delle mie opere contemporanee o a seguirmi su facebook sulla mia pagina personale Atelier Elisa Marianini



In questa pagina troverete tutte le informazioni relative alle mie opere, al mio studio, al mio laboratorio e notizie sulle conferenze, sui corsi di storia dell'arte e sui corsi di pittura per vari livelli che organizzo.


"Chi lavora con le mani è un lavoratore, chi lavora con le mani e la testa è un artigiano, chi lavora con le mani, la testa e il cuore è un artista."

Francesco D'Assisi



Soluzioni di arredo ambienti con la pittura ad encausto come questo termo camino sul quale è rappresentato un camaleonte......una mia creazione dal titolo "Idillicamente opaco"

L'abbraccio




DIPINTI CONTEMPORANEI

Tali opere sono eseguite con tecniche varie, dall’encausto, all’utilizzo di malta cementizia, colori acrilici e metallici.
Questi dipinti sviluppano un concetto di arte contemporanea che lega il figurativo all’astratto e sono ricchi di significati simbolici e allegorici cari all’arte del Rinascimento.
Queste opere esprimono un nuovo umanesimo e per il loro valore altamente decorativo si prestano inoltre ad essere utilizzati per svariati impieghi, quali ad esempio il design di arredi, borse, tessuti, tendaggi, tappezzerie.







La grande onda


In anteprima vi propongo una foto panoramica (©Studio Noferini) della Galleria in Scarperia con  la spiegazione di una  mia opera e per chi fosse interessato può nello specifico visitare la sezione dipinti del presente sito per ricevere informazioni su tutte le opere.
Elisa Marianini

“Sentieri di Luce”
(Su redenti cieli)

120 x 140 cm
Colori metallici a cera, malta cementizia e foglia oro su mds

C’è una crepa in ogni cosa, è da lì che entra la luce.
Leonard Cohen

In questa opera emerge la simbologia della spirale che ritroviamo ampiamente anche in natura in tantissime specie viventi. In termini di spiritualità questo simbolo rappresenta il percorso che conduce alla conoscenza del mondo e dell’esistenza, ma per svelare il mistero profondo della vita occorre lavorare con lentezza, costanza, procedendo piano e senza ansie. La chiocciola che si muove sempre lentamente, restando aderente alla terra rappresenta il procedere con gradualità ma allo stesso tempo con sicurezza verso un obiettivo. Essa inoltre portando sempre con sé il suo guscio, la sua casa, ha tutto ciò che le serve proprio in sé: può ritirarsi in esso, anche per lunghi periodi, come ad esempio fa in inverno, per poi riemergere in primavera. Ritirarci interiormente può servire per raccogliere nuove energie nell’attesa di un momento migliore per agire con sempre più consapevolezza. La spirale nel suo guscio riflette la costante matematica universale ed esprime il moto ascensionale di aspirazione verso l’alto. La chiocciola evoca il lento percorso spirituale, il guscio il ricettacolo, esprime la fecondità e la gestazione interiore che credo possa scaturire ancora in maniera più intensa e vera nei momenti di maggiore difficoltà, poiché è nelle situazioni difficili che siamo spinti a guardare verso le stelle: solo dopo aver inglobato le tenebre possiamo ricercare la luce. Le molte conchiglie colorate come l’arcobaleno originano questa chiocciola, che è in fondo il sentiero da seguire, è la nostra vita sottolineata dai colori che partendo dal bianco della purezza, passano al giallo, al rosso della giovinezza, arrivando alla maturità del blu, del verde per perdersi nel nero della fine della vita, dove ci attende al termine del sentiero, quella luce adamantina, trasparente, cristallina, vera.


Programma Radiofonico

 in collaborazione con l'Associazione STARE ed edizioni Noferini

Elisa Marianini, Giuseppina Carla Romby e Marco Pinelli

raccontano il Mugello, puoi ascoltare gli audio in 


Il programma Stare in Mugello va in onda il mercoledi e il venerdi alle 18,30 e il giovedi e il sabato alle 9,30.



Corsi di Storia dell'Arte
 

Il mio prossimo corso di Storia dell'Arte in collaborazione con l'Auser di Vicchio ad ottobre sarà dedicato a


SANTA MARIA NOVELLA, I CHIOSTRI, LA FARMACIA


Il corso di due lezioni ed una visita guidata condurrà alla scoperta dei una delle chiese più raoppresentative di Firenze, che custodisce opere d’arte straordinarie, dai Crocifissi di Giotto e Brunelleschi, alla Trinità di Masaccio, agli affreschi di Domenico Ghirlandaio, Andrea di Buonaiuto, Paolo Uccello. Luogo sacro custodito dai Domenicani che comprende anche un’antica Farmacia. Oltre alle necessarie informazioni iconografiche e iconologiche relative alle opere presenti sarà considerata la storia di questo importante luogo di fede.


Il programma di massima sarà il seguente:

1. La chiesa di Santa Maria Novella

2. I chiostri, la farmacia, la piazza




Inizio del corso:  24 Ottobre 2017

Numero lezioni: 2 lezioni + 1 visita guidata 11 novembre 2017

Orario: il martedi dalle 21.00 alle 22.30 




 
 
Il mio prossimo corso di Storia dell'Arte in collaborazione con l'Auser di Barberino di Mugello ad ottobre sarà dedicato a


MOVIMENTI ARTISTICI DELL’OTTOCENTO


Il corso si prefigge di far conoscere in maniera esauriente il periodo storico artistico legato all’Ottocento. Il secolo inizia con la rivalità tra romantici ( 1815-1850) e neoclassici (1770-1830): i primi criticano la fredda perfezione del bello ideale e preferiscono ai ricordi greco-romani le rievocazioni del Medioevo. Alla compostezza, al senso della misura e dell'equilibrio, cari all'arte neoclassica, i romantici oppongono la rappresentazione appassionata dei sentimenti ed esaltano la natura vista come forza creatrice che si fa tramite del divino.
Verso la metà dell'Ottocento gli artisti che aderirono al Realismo e Naturalismo (1840-1880) accusano i romantici di essere troppo preoccupati di manifestare i propri sentimenti e troppo poco attenti alla realtà che li circonda. La bellezza della natura prenderà il posto della bellezza ideata dalla mente umana con uno sguardo critico sulla realtà vista in maniera oggettiva e impersonale. Ma il movimento che veramente sconvolse la pittura dell'Ottocento fu l'Impressionismo (1870-1900), che nella seconda metà del secolo trasformò la pittura, introducendo una nuova concezione del colore. In Italia un movimento parallelo fu quello dei Macchiaioli (1860-1880) che espresse la realtà sociale del tempo, quella semplice contadina, attraverso una tecnica anch’essa innovativa.
Il corso di quattro lezioni è propedeutico per la visita guidata che si svolgerà all’interno della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti.


Il programma di massima sarà il seguente:

1. Il periodo neoclassico: “Nobile semplicità e quieta grandezza”

2. Il periodo romantico: “Sentimento ed espressione soggettiva”

3. Il periodo realista: “La natura supera in bellezza qualsiasi convenzione dell’artista”

4. Movimenti artistici a confronto e precursori dell’arte del Novecento



Inizio del corso: 7 Ottobre 2017

Numero lezioni: 4 lezioni + 1 visita guidata 4 novembre 2017

Orario: il sabato dalle 15.00 alle 16.30

Sede del corso: Centro Civico, Via Vespucci, Barberino di Mugello
 
 
 
 

Il mio prossimo corso di Storia dell'Arte in collaborazione con l'Auser di Borgo San Lorenzo  ad ottobre sarà dedicato a


 IL PALAZZO VECCHIO E PIAZZA DELLA SIGNORIA
 

Storia, arte, segreti e curiosità 



Il corso si prefigge di portare a conoscenza in maniera esauriente il patrimonio artistico di Palazzo Vecchio a Firenze, uno dei luoghi più rappresentativi della città. In esso scopriremo percorsi segreti, la storia del palazzo dalle origini fino alle trasformazioni subite nel tempo. Saranno analizzati anche i recenti ritrovamenti sotterranei del teatro romano.
Il corso di tre lezioni è propedeutico per la visita guidata che si svolgerà, subito dopo la fine del corso, all’interno del palazzo e agli scavi romani.


Il programma di massima sarà il seguente:

1. “Alla scoperta di Piazza della Signoria e delle sue curiosità attraverso i secoli”

2. “Il Palazzo dei Priori e le sue trasformazioni”

3. “Florentia romana e il suo teatro”





Inizio del corso: 7 novembre 2017

Numero lezioni: 3 lezioni + 1 visita guidata 25 novembre 2017

Orario: il martedì dalle 21.00 alle 22.40

Sede del corso: Biblioteca comunale, Piazza Garibarldi n° 10, Borgo San Lorenzo


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu